Notizie: scarica ora l'ultima versione disponibile di Thunderbird!

Autore Topic: Thunderbird: chiamata alle armi per Enigmail, chiavi GnuPG, firme e quant'altro  (Letto 5918 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline deckard

  • Post: 2748
In fondo alla pagina compare la seguente sezione:
Citazione
GnuPG binary releases

In general we do not distribute binary releases but leave that to the common Linux distributions. However, for some operating systems we list pointers to readily installable releases. We cannot guarantee that the versions offered there are current. Note also that some of them apply security patches on top of the standard versions but keep the original version number.
OS, cioè sistema operativo => Da dove scaricarlo => Descrizione

La versione Stable corrisponde al ramo 2.0, ramo che verrà dismesso alla fine del 2017, fatti salvi eventuali cambiamenti di roadmap e/o di programmazione delle tappe r delle versioni. Si può installare Gpg4Win nella versione Vanilla, cioè con il solo componente GnuPG, nella versione Light [include anche GPA Gnu Privacy Assistant, GpgOL GnuPG for Outlook e GpgEX Estensione GnuPG Shell per Esplora Risorse di Windows] o nella versione Completa con Keopatra, un gestore di chiavi, e il Compendium, una sorta di manuale non più aggiornato da circa 3 anni e mezzo.
Gpg4Win 2.3.3 include GnuPG 2.0.30, le versioni beta includono il ramo 2.1.* di GnuPG (aggiornato forse alla 2.1.17).
La versione Modern include funzionalità avanzate e può essere scaricata dal sito di GnuPG o essere utilizzata come parte di Gpg4Win 3, quando sarà rilasciato in versione stabile.
La versione classica di GnuPG, anche se è stata aggiornata ad Agosto 2016, non è più supportata dalle ultime versioni di Enigmail che richiede almeno la 2.0.Qualchecosa.

Offline MozGianluc

  • Post: 373
La verità è che il problema dell'installazione preliminare di GnuPG non si pone, perché Enigmail - durante la configurazione guidata - rileva la presenza del software sul computer e, in caso non sia installato, scarica e installa il pacchetto adeguato al sistema operativo in uso.

Perciò:



« Ultima modifica: 30 Gennaio 2017 22:36:26 da MozGianluc »

Offline deckard

  • Post: 2748
Nulla comunque impedisce di procurarsi GnuPG 2.1.18 o Gpg4Win manualmente dai rispettivi siti, qualora si adoperasse Windows.
C'è anche la versione per Mac OS X di GnuPG: GPG Suite 2016.10v2 e 2017.1b2.
Come nel caso di Gpg4Win, la Suite include anche altri stumenti. Consiglierei di installarli solo se si pensa che possano servire.

Chi adoperasse Android, CyanogenMod, Lineage OS, Android-x86, Remix OS, o Replicant può adoperare K9 Mail e OpenKeychan.
Il progetto del Guardian project non è più sviluppato a differenza delle altre app disponibili sul loro sito. L'unica accortezza veramente importante in questo caso è quella di prestare enorme attenzione alla chiave privata.

Offline MozGianluc

  • Post: 373
Nulla comunque impedisce di procurarsi GnuPG 2.1.18 o Gpg4Win manualmente dai rispettivi siti, qualora si adoperasse Windows.
C'è anche la versione per Mac OS X di GnuPG: GPG Suite 2016.10v2 e 2017.1b2.

Certamente! Intendevo dire che questo ulteriore automatismo previsto da Enigmail "toglie un pensiero" a chi, da neofita, sceglie una configurazione che richiede pochissimi interventi "manuali"...


« Ultima modifica: 30 Gennaio 2017 23:23:40 da MozGianluc »

Offline miki64

  • Moderatore
  • Post: 29120
Bene. Grazie delle vostre risposte. Mi collegherò più tardi alla mia email per verificare se mi avete risposto anche sul mio account.

Sono contento che si può installare prima Enigmail e poi l'estensione "fa tutto da sé", però questo non è specificato nell'articolo, quindi il PRIMO scoglio effettivo che riscontro è:
Citazione
Per utilizzare PGP in Thunderbird, per prima cosa è necessario installare:

    GnuPG (GNU Privacy Guard): un'applicazione gratuita che costituisce uno sviluppo di PGP
    Enigmail: un componente aggiuntivo di Thunderbird
Facendo clic sul primo link un utente si ritrova nella pagina che ho indicato io dove un esperto come Deckard intuisce bene che cosa scaricare ma un inesperto si ritrova spiazzato.

L'escamotage suggerito da Gianluca non è riportato sulla guida, altrimenti credo che qualsiasi utente troverà più comodo installare l'estensione e solo dopo installare il programma relativo al proprio sistema operativo.
Scusate se sono pedante su questi primi passi, ma se vogliamo fare un buon lavoro dobbiamo partire col piede giusto.

Il mio prossimo passo sarà installare l'estensione, vediamo che cosa succede (spero fili tutto liscio).

@Gianluca: quelle che sono le mie osservazioni probabilmente ti serviranno quando dovrai convincere i "capoccioni" che il loro articolo va scritto meglio... preparati a raccogliere questi miei appunti, per favore.
Inoltre, per facilitarti la vita, ho intenzione di fare uno screenshot per ogni passo di utilizzo del componente aggiuntivo su Windows 10, che cosa ne pensi?
Ovviamente non utilizzerai tutti i miei screenshot, ma credo che una buona parte di questo noioso lavoro te lo potrò risparmiare.

Grazie a tutti.

Offline MozGianluc

  • Post: 373
Ho sottolineato fin da subito l'esigenza di riscrivere quasi da capo l'articolo originale. Non so se sarò in grado di farlo io e, in caso ci si debba affidare ai contributori SUMO en-US, credo che i tempi si dilateranno a dismisura...

Il fatto è che, comunque sia, il software aggiuntivo GnuPG è necessario: se uno lo installa prima, Enigmail sarà già pronto per l'uso; diversamente, il componente aggiuntivo fornisce un aiuto.

Il problema della pagina di download del software forse è creato in parte proprio dalla traduzione, perché in originale il rimando parla di "download appropriate package from the GnuPG binaries page"; la parola "binary" aiuta forse maggiormente a orientarsi in quella pagina.

Ad ogni modo, mi farebbero molto comodo gli screenshot di Windows 10 soprattutto sulla fase di installazione di GnuPG!

Offline miki64

  • Moderatore
  • Post: 29120
Gli screenshot te li farò   :D , però dissento: la parola "binary" che per te aiuta ad orientarsi nella pagina per me invece aiuta a confondere un utente Windows che pensa (l'ho pensato pure io!) che sia una cosa che riguarda soltanto gli utenti Linux!   :(

Stasera dovrei iniziare a installare 'sto benedetto componente aggiuntivo, spero di non combinare pasticci (onestamente mica ricordo queste difficoltà la volta precedente che ho tentato di utilizzare Enigmail... forse avevo trovato una guida più comprensibile, mi pare).

Offline miki64

  • Moderatore
  • Post: 29120
Ecco qui gli screenshot.
Potrete scaricarli dal file allegato (@flod: non preoccuparti, appena mi daranno l'OK cancellerò l'allegato!  ;)  ).
Sono in un archivio compresso .zip.
Sono stato molto dettagliato (pur omettendo negli screenshot il mio vero indirizzo email) ma ovviamente qualche immagine andrà scartata in fase di costruzione della guida (o di ristrutturazione dell'articolo di SUMO).

Arrivato a questo punto, però... e mo' come proseguo?  :?

Domani passerò a leggermi l'articolo tradotto da Mozgianluc e vediamo se ci sono indicazioni utili.

Ciao.

Offline Belleromoz

  • Post: 13
Ciao a tutti,

vorrei fare alcune osservazioni sullo stato delle cose:

1. Se quello che dice MozGianluc è vero, non si farebbe prima nella guida richiedere
solo l'installazione di Enigmail e magari spiegare che Gpg verrà installato automaticamente,
facendo riferimento al wiki di Enigmail e al sito ufficiale di Gpg per approfondimenti?

2. Non so quali siano le regole dettate dal Mozilla support, ma non sarebbe possibile
tradurre semplicemente l'articolo e inserire le modifiche di cui parliamo anche se
differisce dalla versione originale?
L'articolo di per sè anche se migliorabile mi sembra che tocchi logicamente i punti
fondamentali della questione e quindi al di là del livello di approfondimento sembra abbastanza
completo.
In questa maniera si potrebbe modificarlo da zero successivamente, avendo però una versione
già utilizzabile da tutti.
Fermo restando il passaggio alla nuova piattaforma che ha citato Underpass nell'altro thread:

http://forum.mozillaitalia.org/index.php?topic=68177.0

Infine mi chiedo se forse queste osservazioni non sarebbe meglio postarle lì.

Offline Belleromoz

  • Post: 13
Mi viene in mente di scrivere sempre poco dopo di Miki :)

Selky

  • Visitatore
@miki64
per windows, e non solo, ho trovato questa guida recente (confronto ad altre) in italiano https://turbolab.it/privacy-190/scrivere-email-riservate-tutta-sicurezza-guida-crittografia-pgp-826 che forse può essere un poco di aiuto, ho letto in fretta.
Tra l'altro non ho ben compreso cosa intenda l'autore scrivendo che enigmail su Linux "è apposto". Su Debian l'estensione non è già presente in Icedove ne più ne meno come win e mac.

Se vuoi provare con una versione portable:
In X-Thunderbird di winpenpack, c'era la cartella "GnuPG", ora non utilizzandolo non lo so, inoltre la discussione di riferimento è datata ma tentar non nuoce. Puoi provare a scaricare questa versione http://portableapps.com/apps/security/gpg-plugin-portable ed estrarla in quella di winpenpack.

Cito tittoproject
Citazione
GnuPG va ovviamente messo in "Lib\GnuPG", e salverà le chiavi in "User\GnuPG". Enigmail si installa come una qualsiasi altra estensione.

Offline Underpass

  • I've got fabric to sell
  • Amministratore
  • Post: 22784
    • Mozilla Italia
Citazione
Non so quali siano le regole dettate dal Mozilla support, ma non sarebbe possibile tradurre semplicemente l'articolo e inserire le modifiche di cui parliamo anche se differisce dalla versione originale?

Tecnicamente è possibile, ma ci sono due ordini di motivi che mi trattengono dal comportarmi in questo modo:

1) in ottica di "aiuto al prossimo": se troviamo qualcosa che non va nell'articolo originale è giusto che tutti possano beneficiarne e non ci teniamo le cose per noi.

2) per motivi pratici: se l'articolo in italiano differisce troppo da quello originale diventa difficilissimo tenere traccia delle successive modifiche all'articolo originale.

Poi, ovviamente, se una modifica in originale sta ferma lì per mesi, abbiamo anche la possibilità di insistere con chi di dovere.

Offline miki64

  • Moderatore
  • Post: 29120
Il link fornito da Selky, tra tutti quelli che ho ricevuto finora, mi pare propri il migliore.  :like:

Secondo me l'articolo di SUMO dovrebbe proprio ispirarsi ad un articolo del genere poiché non basta dire: [i"]installate questo, installate quello, allegate la firma così e decriptate il messaggio cosà. Stop."[/i]

A me personalmente, infatti, interessa proprio quello che spiega l'articolo:
- quali voci aggiunge al menu l'estensione?
- viene spiegato per ciascuna voce aggiunta la sua funzione (se non in dettaglio, almeno in maniera sommaria)?
- che cosa succede se la mai chiave viene compromessa?

Lentamente, comunque, sto facendo progressi...

Selky

  • Visitatore
Stavo pensando, considerato che in sostanza si desidera una guida ben dettagliata e che per motivi vari non si dovrebbe stravolgere l'articolo di SUMO per non differenziarlo troppo da quello inglese come specificato da Underpass, perchè non inserire la futura guida nel portale di mozillaitalia.

Offline miki64

  • Moderatore
  • Post: 29120
Uhm, per il momento pensiamo a fare quelle benedette prova tra di noi.
Contemporaneamente forniamo a Gianluca i nostri suggerimenti.

Parallelamente io preparerò tutto il materiale necessario per un maxi-tutorial. Una parte di questo materiale potrebbe essere incluso nell'articolo di Gianluca mentre un'altra parte  - se sarà necessario, ma mi pare proprio di sì, visto com'è complesso l'argomento - in effetti potrebbe essere inserita nelle nostre FAQ.

Vi faccio notare questo: in Articoli di supporto per Thunderbird (qualcuno benedica michro per la pazienza che ha con i sommari...) c'è un articolo di SUMo intitolato Come utilizzare Calendario Google in Lightning, però c'è anche a fianco
Citazione
(leggere anche Primi passi per sincronizzare il Calendario di Thunderbird - Lightning - con il Calendario di Google)
Il motivo del doppione (che però doppione non è) è semplice: nella "nostra" guida approfondiamo quanto enunciato nella guida di SUMO, quindi le cose possono coesistere.
Non credo, infatti, che i "mozilliani" accetteranno di creare una guida completa come ho intenzione di strutturare io (è sufficiente controllare le immagini che ho allegato, per rendersene conto) e quindi prima o poi una maxi-guida verrà sicuramente fuori.

Torno a studiare, ciao a tutti.  :fx:

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.