Autore Topic: <P> L'autenticazione OAuth di Microsoft e Thunderbird nel 2023  (Letto 1264 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.


Offline michro

  • Moderatore
  • Post: 22225
Re:L'autenticazione OAuth di Microsoft e Thunderbird nel 2023
« Risposta #1 il: 13 Maggio 2023 12:23:57 »
Articolo tradotto da Miki che ho messo online ma che prima di approvare sottopongo a QA
Link prima stesura per revisione
https://support.mozilla.org/it/kb/autenticazione-oauth-microsoft-thunderbird-2023/revision/260634

Traduzione offline di Miki
L'autenticazione Oauth di Microsoft  e Thunderbird nel 2023

Microsoft ha apportato alcune modifiche all'autenticazione per i propri servizi di posta elettronica relativi agli account aziendali e accademici. Questo articolo descrive questi cambiamenti e come adattarsi a loro. Ad aprile 2023, queste informazioni sono ancora in evoluzione e soggette a modifiche.+

Modifiche all'autenticazione

Microsoft ha istituito le seguenti modifiche:
     
  • Autenticazione di base deprecata (nome utente/password) poiché ora richiede l'autenticazione OAuth.
  • In alcuni casi, l'autenticazione SMTP è stata completamente disabilitata. Per i nuovi account, l'autenticazione SMTP è sempre disabilitata di default. Inoltre, ci sono alcune restrizioni sull'SMTP che non sono attualmente note.

Microsoft ha anche cambiato il modo con cui si riconoscono determinati client di posta elettronica e la precedente configurazione OAuth di Thunderbird non si qualifica correttamente come client desktop. Di conseguenza, siamo stati costretti ad apportare modifiche alla configurazione di Thunderbird, tali modifiche possono avere effetti collaterali per gli utenti.

Cambiamenti o problemi che si potrebbero incontrare
Per Outlook.com, hotmail.com, Microsoft 365 (precedentemente noto come Office 365 e spesso abbreviato come "O365") o altri servizi di posta elettronica ospitati da Microsoft, è possibile imbattersi nei seguenti casi:

  • Una schermata che indica l'approvazione dell'amministratore IT è richiesta per l'app. Occorre chiedere al proprio amministratore di autorizzare Thunderbird: l'approvazione deve essere fatta, ma solo una volta. Per la documentazione Microsoft, gli amministratori dovrebbero visitare https://login.microsoftonline.com/ e concedere i seguenti permessi per autorizzare Mozilla Thunderbird: “IMAP.AccessAsUser.All”, “POP.AccessAsUser.All”, “SMTP.Send” e “offline_access”
  • Un account funziona con Thunderbird 102.6.1, ma non funziona con la versione 102.7.1 o successive.
    Provare ad accedere con un nuovo profilo Thunderbird (vedere profile manager create and remove thunderbird profiles per le istruzioni su come creare un nuovo profilo). Se il nuovo profilo di Thunderbird creato funziona, allora per la maggior parte degli utenti è meglio continuare a utilizzare il nuovo profilo. I tecnici possono anche utilizzare l'editor di configurazione di Thunderbird: utilizzare il gestore profili di Thunderbird per tornare al precedente profilo di Thunderbird e utilizzare poi l'editor di configurazione (vedere Config Editor) per filtrare le voci relative a "OAuth2", trovare i server appropriati ed eliminare le voci per ""oauth2.issuer e "auth2.scope".
    Altrimenti, chiedere supporto.
  • Se il protocollo IMAP/POP3 funziona, ma quello SMTP non funziona:
    Se si dispone di un account aziendale Microsoft 365, assicurarsi che l'autenticazione SMTP sia abilitata o chiedere all'amministratore IT di verificarla e quindi attivarla se disabilitata. Microsoft fornisce alcune istruzioni nell'articolo: Enable or disable authenticated client SMTP submission (SMTP AUTH) in Exchange Online
    Se si dispone di un account personale Microsoft 365/Hotmail/eccetera, utilizzare l'autenticazione di base (Guida di Microsoft su come modificarla).
  • Il calendario non funziona.
    Thunderbird non supporta i calendari di Exchange. Se si utilizza un componente aggiuntivo o un altro software per abilitare il calendario, si dovrà quindi cercare supporto dall'autore di quel componente aggiuntivo o software.
Dove ottenere aiuto

Se si è un utente all'interno di un'azienda o di un istituto accademico che utilizza account Microsoft, è necessario chiedere assistenza all'interno della propria organizzazione.

Se si ha un account personale tramite uno dei servizi ospitati da Microsoft, chiedere supporto.
Qui di seguito la traduzione messa online con alcuni miei ritocchi e integrazioni (per chi non può consultare il link della prima stesura perché privo di un account Firefox che serve per accedere a quei link SUMO)
Citazione
Microsoft ha apportato alcune modifiche all'autenticazione per i propri servizi di posta elettronica relativi agli account aziendali e accademici. Questo articolo descrive queste modifiche e come adeguarsi a tali cambiamenti. Ad aprile 2023, queste informazioni sono ancora in evoluzione e possono essere soggette a ulteriori modifiche.

== Modifiche all'autenticazione ==
Microsoft ha introdotto le seguenti modifiche:
* [https://learn.microsoft.com/it-it/exchange/clients-and-mobile-in-exchange-online/deprecation-of-basic-authentication-exchange-online Autenticazione di base deprecata] (nome utente/password) poiché ora è richiesta l'autenticazione OAuth.
* In alcuni casi, l'autenticazione SMTP è stata completamente disattivata. Per i nuovi account, l'autenticazione SMTP è sempre disattivata per impostazione predefinita. Inoltre, ci sono alcune restrizioni sull'SMTP che non sono attualmente note.
Microsoft ha anche cambiato il modo in cui classifica determinati client di posta elettronica e la precedente configurazione OAuth di Thunderbird non si qualifica correttamente come client desktop. Di conseguenza, gli sviluppatori di Thunderbird sono stati costretti ad apportare alcune modifiche alla configurazione di Thunderbird che potrebbero avere effetti collaterali per gli utenti.

== Cambiamenti o problemi che si potrebbero incontrare ==
Per outlook.com, hotmail.com, Microsoft 365 (precedentemente noto come Office 365 e spesso abbreviato come "O365") o altri servizi di posta elettronica ospitati da Microsoft, si potrebbero riscontrare i seguenti problemi:
# Una schermata indica che è necessaria l'approvazione dell'amministratore IT per l'app:
#* Occorre chiedere al proprio amministratore di autorizzare Thunderbird: l'approvazione deve essere fatta, ma solo una volta. Per la documentazione Microsoft, gli amministratori dovrebbero visitare "https://login.microsoftonline.com/{tenant-id}/adminconsent?client_id=9e5f94bc-e8a4-4e73-b8be-63364c29d753" e concedere i seguenti permessi per autorizzare Mozilla Thunderbird: "IMAP.AccessAsUser.All", "POP.AccessAsUser.All", "SMTP.Send" e "offline_access".
# Un account funziona con Thunderbird 102.6.1, ma non funziona con la versione 102.7.1 o versioni successive:
#* Provare ad accedere con un nuovo profilo Thunderbird (per le istruzioni su come creare un nuovo profilo, leggere l'articolo [[profile manager create and remove thunderbird profiles]]). Se il nuovo profilo di Thunderbird creato funziona, allora per la maggior parte degli utenti è meglio continuare a utilizzare il nuovo profilo.
 '''Gli utenti più esperti possono anche utilizzare l'editor di configurazione di Thunderbird''': utilizzare il gestore profili di Thunderbird per tornare al precedente profilo di Thunderbird e utilizzare poi l'editor di configurazione (leggere l'articolo [[Config Editor]]) per filtrare le voci relative a "oauth2", trovare i server appropriati ed eliminare le voci per "oauth2.issuer" e "auth2.scope".
 '''Attenzione''': le modifiche apportate tramite l'editor di configurazione possono influenzare la stabilità e la sicurezza di Thunderbird. Questo tipo di operazioni sono consigliate solo per gli '''utenti avanzati'''.
#* Altrimenti, [https://support.mozilla.org/questions/new/thunderbird/form chiedere supporto].
# Il protocollo IMAP/POP3 funziona, ma quello SMTP non funziona:
#* Se si dispone di un account '''aziendale''' Microsoft 365, assicurarsi che l'autenticazione SMTP sia attivata o chiedere all'amministratore IT di verificarla e quindi attivarla se disattivata. Microsoft fornisce alcune istruzioni nell'articolo: [https://learn.microsoft.com/it-it/exchange/clients-and-mobile-in-exchange-online/authenticated-client-smtp-submission Abilitare o disabilitare l'invio SMTP del client autenticato (SMTP AUTH) in Exchange Online].
#* Se si dispone di un account '''personale''' Microsoft 365/Hotmail/eccetera, utilizzare l'autenticazione di base (per le procedure su come modificarla, consultare [https://support.microsoft.com/it-it/office/impostazioni-pop-imap-e-smtp-per-outlook-com-d088b986-291d-42b8-9564-9c414e2aa040 questa guida] del supporto Microsoft).
# Il calendario non funziona:
#* Thunderbird non supporta i calendari di Exchange. Se si utilizza un componente aggiuntivo o un altro software per attivare il calendario, si dovrà quindi cercare supporto dall'autore di quel componente aggiuntivo o software.

== Dove ottenere aiuto ==
Se si è un utente all'interno di un'azienda o di un istituto accademico che utilizza account Microsoft, è necessario chiedere assistenza all'interno della propria organizzazione.

Se si dispone di un account personale tramite uno dei servizi ospitati da Microsoft, [https://support.mozilla.org/questions/new/thunderbird/form chiedere supporto].
Resto in attesa di un ok per la pubblicazione o di segnalazioni di modifiche/correzioni da apportare ;-)
Grazie a Miki per l'aiuto prezioso e il tempo dedicato a tradurre l'articolo! :D

Offline miki64

  • Moderatore
  • Post: 35478
Re:L'autenticazione OAuth di Microsoft e Thunderbird nel 2023
« Risposta #2 il: 14 Maggio 2023 17:57:19 »
Vergognosa e ignobile prima stesura del sottoscritto, illustre e nobile versione rimaneggiata da michro.

Per quanto mi riguarda, si può approvare.

Poi, magari, più in là ti dirò che cosa ho combinato con Thunderbid...  :fischio:

--
Vota anche tu questa funzionalità di Thunderbird!  :D

Offline michro

  • Moderatore
  • Post: 22225
Re:<P> L'autenticazione OAuth di Microsoft e Thunderbird nel 2023
« Risposta #3 il: 14 Maggio 2023 18:50:02 »
Perché vergognosa e ignobile stesura? Stai scherzando? Per me la tua traduzione è stata fondamentale.
Non ho fatto altro che ritoccare qua e là qualcosina solo perché a forza di tradurre e aggiornare quotidianamente gli articoli ormai ho acquisito una certa esperienza con la sintassi e la terminologia che abbiamo deciso di adottare ;-)

Articolo approvato e adesso sei un ciuccio pure tu, visto che ti ho aggiunto ai collaboratori di questo articolo :P

Offline Iceberg

  • Moderatore
  • Post: 9018
Re:<P> L'autenticazione OAuth di Microsoft e Thunderbird nel 2023
« Risposta #4 il: 14 Maggio 2023 23:06:51 »
Letto e approvo l'approvazione.


Offline miki64

  • Moderatore
  • Post: 35478
Re:<P> L'autenticazione OAuth di Microsoft e Thunderbird nel 2023
« Risposta #5 il: 15 Maggio 2023 14:04:55 »
Grazie Iceberg.


Perché vergognosa e ignobile stesura? Stai scherzando? Per me la tua traduzione è stata fondamentale.
Non ho fatto altro che ritoccare qua e là qualcosina solo perché a forza di tradurre e aggiornare quotidianamente gli articoli ormai ho acquisito una certa esperienza con la sintassi e la terminologia che abbiamo deciso di adottare ;-)
"Vergognosa e ignobile stesura" perché ormai in me dovrebbe essersi ben sedimentata la sintassi e la terminologia che abbiamo deciso di adottare e invece....

Articolo approvato e adesso sei un ciuccio pure tu, visto che ti ho aggiunto ai collaboratori di questo articolo :P
Mannagg... Io sto cercando di elevarti di grado e tu mi fai questo...  :lol:

Comunque hanno cambiato le cose tra le "ideas" di Thunderbird... la mia proposta non la vedo più...  :cry:

Offline michro

  • Moderatore
  • Post: 22225
Re:<P> L'autenticazione OAuth di Microsoft e Thunderbird nel 2023
« Risposta #6 il: 15 Maggio 2023 16:42:38 »
Non ricordo che cosa avevi proposto, eventualmente riproponila.

Offline miki64

  • Moderatore
  • Post: 35478
Re:<P> L'autenticazione OAuth di Microsoft e Thunderbird nel 2023
« Risposta #7 il: 15 Maggio 2023 17:04:19 »
Non ricordi perché non lo sai.
Non lo sai perché avrei voluto farti una sorpresa...  :sbat:

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.