Notizie: è uscita la versione 68 di Thunderbird! Scopri tutte le novità!

Autore Topic: Test: Delta Chat, il futuro che si crea con un'idea  (Letto 103 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline miki64

  • Moderatore
  • Post: 31234
Test: Delta Chat, il futuro che si crea con un'idea
« il: 13 Novembre 2020 17:28:48 »
Grazie al bravo next, ho scoperto un servizio che sia chiama Delta Chat.
E quindi oggi voglio parlarvi di questo programma.

PREMESSA
Tanto tempo fa avevo scritto che Mozilla avrebbe dovuto trovare nuove idee per il suo Thunderbird visto che l'avanzata di servizi online sempre più progrediti come la webmail di Google (Gmail), l'aggressiva competitività del concorrente Outlook assieme all'esclusivo sistema Exchange e infine l'utilizzo sempre più diffuso degli smartphone con relative app avrebbero potuto relegare il client di Mozilla a quote di mercato via via sempre più esigue.

Avevo, nella mia sterminata ignoranza informatica alla quale però posso orgogliosamente contrapporre una altrettanto fervida fantasia che è pari al mio aulico stile di scrittura ma non certamente alla mia innata modestia, ipotizzato che Thunderbird si trasformasse in un servizio diverso e complementare alla posta elettronica anche se non sapevo sotto quale forma.
Un servizio online inedito nacque in quegli anni ed era RoundCube.
In seguito auspicai che Mozilla creasse dal suo celebre client una formidabile app per i dispositivi mobili dotati dei sistemi operativi Android o iOS (che a quei tempi si chiamava iPhone OS).
Tutto questo non è accaduto, nessuno in Mozilla (o in Messaging o nelle varie emanazioni che si sono succedute per curarsi del tanto bistrattato Uccello di Tuono) ha avuto la mia geniale lungimiranza e ci si è tutt'al più arenati su una funzione discutibile di Thunderbird come quella di integrare una sua chat.
Conclusione: anche se la posta elettronica nel corrente anno di grazia 2020 non è ancora deceduta, nel corso degli anni Thunderbird ha perduto una pingue fetta di utenti delusi da aggiornamenti troppo esasperati (Firefox docet), numerazioni di versione disorientanti, funzioni non gradite, versioni via via incompatibili con il punto di forza del programma  - e cioè le innumerevoli estensioni - e via di questo passo.
Eppure altre realtà del Web hanno tirato fuori dal loro cilindro delle belle idee riguardanti la messaggistica istantanea, la posta elettronica ed anche le videoconferenze (altro tasto dolente... Firefox Hello vi dice nulla?).
Una di queste idee è proprio Delta Chat, nome magari poco azzeccato (a me ricorda la chat degli appassionati di un mitico modello della Lancia...) al pari delle app di videochiamata Zoom, (che non riguarda le ottiche di una macchina fotografica...), Teams (che non riguarda le squadre che corrono nei mondiali MotoGP e F1...), Meet (banale), Jitsi, Jami e via di questo impronunciabile passo...
[N.B.: se qualcuno vorrà tradurre agli 'mericani questo mio post avrà il suo bel da fare... Ma un volta per uno non fa male a nessuno!]

CHE COS'È DELTA CHAT
Delta Chat è una nuova applicazione che permette di inviare messaggi via chat (cifrati, quando possibile) utilizzando il proprio account IMAP.

Non è necessario registrarsi ad un servizio, non è necessario che il destinatario usi anch'egli Delta Chat. GENIALE!
Si può pertanto rispondere a parecchie email che arrivano con i propri account IMAP in una forma di chat, tutto questo senza fare né login e né logout o senza fare switch da un account all'altro come si sarebbe costretti a fare nel caso si utilizzasse un browser! GENIALE!

Quali sono i vantaggi di Delta Chat rispetto alle altre app di messaggistica?
- Delta Chat è indipendente da ogni azienda o servizio. L'utente possiede i propri dati e basta. A Facebook fischieranno le orecchie. A Google sicuramente mancherà la terra sotto i piedi e provvederà ben presto a boicottarlo come ha fatto con Thunderbird, quando ha classificato il programma di Mozilla come "app non sicura"...
- I dati non sono salvati in un server centrale, a meno che tutti gli utenti non usino lo stesso server.
- Non viene condivisa la propria rubrica con nessuno.
- Niente c'è spam poiché di default vengono mostrati solo i messaggi degli utenti conosciuti (un po' come Telegram, no?).
- Completamente open source e basata sugli standard. Mozilla, incassa e porta a casa, dannazione!
Altre notizie in queste FAQ.

PROVA SU STRADA (E ANCHE FUORI) DI DELTA CHAT
Incuriosito da un post, nonostante la marea di tempo che mi è necessaria in questo periodo per aiutare gli utenti di Thunderbird nel presente Forum visto che Mozilla ha toppato alla grande l'ultima versione, ho installato Delta Chat sul mio smartphone Android. 


1) Dopo avere installato Delta Chat dal Play Store, toccare l'icona per avviarlo ("toccare", non "fare tap" o "tappare"! Parliamo italiano, please!).
[Fare clic sulle immagini per ingrandirle!]



2) Toccare "Login al tuo server".



3) Inserire il proprio indirizzo email IMAP con relativa password. Toccare poi il alto a destra il segno di spunta.



4) Apparirà un avviso relativo alla condivisione dei dati del proprio servizio di posta elettronica con l'app Delta Chat.



5) Fare clic su "Consenti".



6) Al termine di queste impostazioni...



7) ...consentire a Delta Chat di accedere, ovviamente, ai propri contatti.



8) Per iniziare a chattare (triste neologismo d'Albione), inserire il nome di un contatto oppure il suo indirizzo email.



9) Dopo la conferma di questo inserimento...



10)... iniziare a messaggiare (triste neologismo italico) toccando "OK".



11) Questa è l'interfaccia di Delta Chat, molto simile alle altre interfacce delle app di instant messaging più diffuse (e perciò non mi dilungherò più di tanto). E dopo avere inviato un messaggio...



12) ...il proprio contatto lo riceverà sulla sua casella di posta. Ovviamente al messaggio può essere accluso un file, una fotografia, un appunto vocale, eccetera. Quando il proprio contatto risponderà al messaggio, come nell'immagine...



13) ...l'app Delta Chat mostrerà tale risposta nella sua interfaccia.



14) Ovviamente è possibile rispondere più volte al messaggio ricevuto, come si fa in qualsiasi altra app di chat anche se...



15) ...il contatto scelto vedrà invece questa conversazione come una normale sequenza progressiva di email, una dopo l'altra.


DI QUALI AUTORIZZAZIONI HA BISOGNO DELTA CHAT?
Delta Chat ha bisogno di queste autorizzazioni:
- Camera (può essere negata), scatta foto e video: per poter inviarli.
- Contatti (può essere negata), legge i contatti: per mostrare con chi inviare messaggi scritti.
- Posizione (può essere negata), posizione approssimativa (basata sulla rete) oppure posizione esatta (GPS e rete):per la funzione di streaming della posizione.
- Microfono (può essere negata), registra audio: per l’invio di messaggi vocali.
- Archiviazione (può essere negata), modifica o eliminazione contenuti della scheda SD: per scaricare gli allegati.    Lettura dei contenuti della scheda SD: per condividere file con i contatti.

ALTRE IMPOSTAZIONI
- Anche con Delta Chat è possibile creare dei gruppi (no, non Fantastici Quattro o Vendicatori.. ...quelli sono un'altra cosa!).
- Modifica impostazioni audio: per scegliere suonerie e volume ed ascoltare i messaggi vocali.
- Esecuzione all’avvio: per non dover avviare Delta Chat manualmente.
- Controllo della vibrazione: per le notifiche.
- Visualizzazione connessioni di rete: per connettersi al fornitore del servizio email.
- Disabilitazione spegnimento schermo: per agevolare la copia del codice di configurazione Autocrypt.
- Accesso completo alla rete: per connettersi al fornitore del servizio email.
- Visualizzazione reti Wi-Fi: per connettersi al fornitore del servizio email.
- Richiesta di ignorare l’ottimizzazione della batteria: per gli utenti che vogliono ricevere immediatamente i messaggi.
- Allegati: Delta Chat si occupa anche degli allegati e per risparmiare tempo e banda (quindi soldi) li comprime. Tuttavia è anche possibile "allegare" le foto a risoluzione massima.

CONCLUSIONI PER DELTA CHAT
A me Delta Chat è piaciuto, ma soprattutto è piaciuta l'idea innovativa (ma se poi pensiamo al Nokia N95 e alla sua chat via mail push... scopriamo che qualcosa c'era già prima!) che c'è dietro questo programma.
Certo, magari non lo utilizzerò spesso date le mie esigenze attuali ma comunque l'idea è valida.
Possibili migliorie potrebbero essere queste:
- possibilità di cambiare colore e il tema dell’interfaccia;
- interfaccia principale organizzata in comode schede (utenti, gruppi, eccetera);
- che ogni scheda abbia a disposizione un sistema di notifiche separato che renda possibile capire subito quale delle varie schede ha ricevuto la notifica;
- possibilità di accedere a una ricerca universale, digitando un testo, che permetta infatti di effettuare una ricerca sia all’interno delle chat che nei canali globali.

CONCLUSIONI PER MOZILLA THUNDERBIRD
- Mozilla deve tornare a differenziarsi come era alle origini, quando la Mozilla Suite prima e Firefox/Thunderbird dopo erano dei programmi altamente innovativi. Copiare la concorrenza (leggasi Google Chrome) non porta da nessuna parte. Del resto, la Ducati ha vinto un titolo mondiale nel 2007 con Stoner proprio perché ha seguito una strada diversa, all'epoca, a riguardo degli pneumatici utilizzando Bridgestone al posto degli imperanti Michelin...
- Assumere gente che sappia fare il proprio lavoro lasciando stare i voli pindarici che tante delusioni hanno riservato nella storia recente.
I nomi?
- Aris. Un genio delle interfacce, roba che Steve Jobs gli avrebbe fatto ponti d'oro per assumerlo. Ha fatto di tutto e di più per sopperire alle interfacce grigio topo tanto amate da Mozilla, poi ha gettato la spugna. Incomparabile!
- Klades. Un genio delle estensioni, roba che Archimede Pitagorico gli avrebbe fatto ponti di platino per assumerlo. Ha fatto di tutto e di più con le sue estensioni semplici, complete, retrocompatibili, potenti per sopperire inspiegabili mancanze di Thunderbird e di Firefox, poi ha gettato tutto alle ortiche. Insuperabile!
- Moonchild. Un genio dei browser, roba che Sergej Brinn & Larry Page gli avrebbero fatto ponti di rodio per assumerlo. Ha preso un Firefox ritenuto obsoleto e ritenuto poco sicuro e lo ha trasformato in un browser veloce, affidabile, molto stabile, coi giusti numeri progressivi e amico dei nervi dei suoi utilizzatori, un browser che ad ogni rinnovo di versione non costringe a scrivere nei Forum di supporto perché inevitabilmente qualcosa non va più. Ha gettato il cuore nel suo progetto. Incommensurabile!
- miki64. Un genio visionario pazzoide e incompreso, roba che persino l'avarissimo Zio Paperone gli avrebbe fatto ponti di rutenio per assumerlo. Odia le interfacce grigio topo, i test/tutorial/how to troppo banali e ha sempre esagerato e voluto strafare nei suoi rapporti mozilliani, ma più di una volta (assieme al compianto Jooliaan di cui ha avuto il grande onore di esserne amico) ci ha azzeccato. Ha gettato tempo, sangue e sudore per ottenere dai responsabili Thunderbird alcuni adesivi  e una spilletta per la sua moto (e non li ha ottenuti!). Assumetelo, così ve lo togliete dalle scatole da questo Forum! Insopportabile!

CARA MOZILLA, LE IDEE (E IL CORAGGIO PER PROPORLE) SONO CIO' CHE MUOVE IL MONDO!


--
Sostieni anche TU Thunderbird con un piccolo contributo
« Ultima modifica: 13 Novembre 2020 17:31:16 da miki64 »

Offline next

  • Post: 1024
    • Seguimi su Libranet (Friendica)
Re:Test: Delta Chat, il futuro che si crea con un'idea
« Risposta #1 il: 13 Novembre 2020 18:26:35 »
Scoperta da poco, ci ho fatto un giro di prova e non mi è dispiaciuta. L'idea è intrigante ma ha un limite il cui peso dipende dal contesto. L'email non è pensata per il tempo reale per cui può capitare che passino dei minuti prima che un messaggio arrivi a destinazione.

Giustamente citi il leggendario N95. Ma c'è un altro precedente più in linea con Thunderbird. The Bat ha questa funzione da un sacco di tempo, credo dal 2004. Ricordo che ne lessi su una rivista di settore (computer Idea o Computer Week, non ricordo) e mi sembrò una cosa geniale per quegli anni.

Mozilla purtroppo non c'ha creduto ed ha seguito la strada più banale: ha preso il codice di InstantBird e lo ha integrato. L'idea non era neppure malvagia ma è arrivata tardi quando i vari IM storici (MSN, AOL, Yahoo!) erano in declino o in dismissione. Avessero aggiunto un supporto migliore per Twitter e la compatibilità con Facebook/Instagram magari avrebbero attratto nuovi utenti. Ma con IRC ed Xmpp non si va lontani :)

Offline crazy.cat

  • Post: 267
Re:Test: Delta Chat, il futuro che si crea con un'idea
« Risposta #2 il: 15 Novembre 2020 17:14:40 »
Ho provato delta chat ma, forse perché non sono un utilizzatore di servizi di messaggeria istantanea, non capisco perchè dovrei usarlo al posto del programma di posta (problema sicuramente mio), se mi arriva una mail sul telefono la leggo in tempo reale.
Ho provato con un indirizzo @yandex e non è stato accettato, bisogna conoscere la configurazione dei server e non avevo voglia di cercarla, con un indirizzo @libero si è bloccata verso il 60% di una ricerca configurazione, ha accettato senza grossi problemi quello di google.
Per funzionare funziona senza grossi problemi, grande disponibilità di emoticons.
Non ho fatto grandissime prove giusto qualche messaggio, sono stanco e ora spengo il pc.
Leggo domani le risposte.

« Ultima modifica: 15 Novembre 2020 17:21:08 da crazy.cat »

Offline next

  • Post: 1024
    • Seguimi su Libranet (Friendica)
Re:Test: Delta Chat, il futuro che si crea con un'idea
« Risposta #3 il: 15 Novembre 2020 17:34:27 »
Ho provato delta chat ma, forse perché non sono un utilizzatore di servizi di messaggeria istantanea, non capisco perchè dovrei usarlo al posto del programma di posta

Diciamo che hai svelato il proverbiale elefante nella stanza  :D
e' il problema di tutti i programmi di messaggistica alternativi anche quando prometterono meraviglie come Signal. Puoi avere il programma migliore al mondo, ma se non c'è nessuno con cui usarlo non serve a nulla.

Immagino questo sia un po' anche il tuo caso. Se lo usi per leggere le email lo troverai abbastanza inutile, persino più scomodo rispetto ad una app di posta come K9 o simili. Se però riesci a convincere la morosa (o il moroso) ad usarla, allora hai disposizione una chat in tempo reale in stile WhastApp senza però vendere l'anima a Facebook. Stesso discorso se si riesce a creare una comitiva di amici che la usano. O ancora creando che so, una chat di famiglia, di condominio, di quartiere... Il problema è convincerli  8)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.