Notizie: la tua vita online è affar tuo, non tollerare intromissioni. Diventa esperto di tracciamento, #SmartOn (condividi su: / )

Autore Topic: recupero mail dopo cancellazione "accidentale"  (Letto 522 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline gielle67

  • Post: 6
recupero mail dopo cancellazione "accidentale"
« il: 03 Agosto 2019 23:53:23 »
è un caso disperato ma ci provo, visto che la speranza è l'ultima a morire e vedo che in questo forum accadono spesso miracoli :-)
in realtà non è stata una cancellazione ma un ripristino di win10 con l'opzione "mantieni i tuoi files". da vero ...iota non ho fatto un backup di thunderbird pensando di ritrovare tutto dopo il ripristino. invece era sparito tutto. dopo il panico iniziale ho cercato di recuperare le cartelle sparite con un programma di recupero dati e ho trovato tantissima roba (cartelle, profili, mail, ecc).
ho installato l'ultima versione di TB, ho ricreato alcuni account (non tutti perchè nemmeno me li ricordo tutti....) e ho provato a fare un pò di copia/incolla di cartelle e files senza risultato. ho poi installato importexporttools e ho provato a importare cartelle/file/messaggi, anche provando a mettere offline TB ma riesco solo a importare mail vuote o con simboli incomprensibili, spesso decine di mail identiche....
nel vecchio TB avevo diversi account (credo tutti IMAP, infatti alcune mail sono state scaricate dai server) ma avevo creato molte cartelle locali dove avevo salvato centinaia di mail (per un periodo di circa 10 anni) e quelle non riesco a importarle (nonostante le cartelle e i files siano presenti nei dati ritrovati).
è possibile che i file si siano rovinati durante il ripristino... c'è qualcos'altro che posso provare a fare? c'è qualche modo di controllare se i file recuperati siano integri e importabili? o esiste qualche altro programma per provare ad aprire quei files (cartelle sbd e mozmsgs, file msf, wdseml, e quelli senza estensione che dovrebbero contenere le mail).
ho anche provato a cambiare l'estensione wdseml in eml. sia con wdseml che con eml riesco a importare le mail ma risultano vuote o con simboli incomprensibili.
ringrazio tutti per l'attenzione e chi vorrà provare ad aiutarmi.

gio
« Ultima modifica: 04 Agosto 2019 00:41:44 da gielle67 »

Offline Winfox

  • Post: 2758
Re:recupero mail dopo cancellazione "accidentale"
« Risposta #1 il: 04 Agosto 2019 11:09:03 »
Nelle cartelle locali hai "copiato" le mail cancellandole dal server?
Visto che erano imap dovresti avere tutto sul server, anche quelle delle cartelle locali.
Non so invece come si comportano "spostandole" nelle cartelle locali.

Capisco che nei momenti di panico si facciano le cose di fretta ma a volte si creano più danni che altro.

Quindi con un po di pazienza cerca di dire i nomi esatti dei file e cartelle che hai recuperato.

PS: non hai trovato nessuna cartella col nome windows.old? Mi pare che aveva fatto la tua procedura aveva ottenuto una cartella con quel nome dove c'era tutto, chi invece aveva formattato allora si era costretti ad usare tool di ripristino dati.

Offline gielle67

  • Post: 6
Re:recupero mail dopo cancellazione "accidentale"
« Risposta #2 il: 04 Agosto 2019 13:06:01 »
intanto grazie mille winfox per la risposta!

1. ho controllato subito la cartella windows.old ma anche da lì la cartella thunderbird è sparita :-(

2. non tutti gli account che avevo erano imap. quando ho rifatto gli account che mi interessavano ho trovato qualcosa sui server ma era poca roba. forse quando si spostano i messaggi nelle cartelle locali questi vengono cancellati dai server?

3. allego un pò di immagini di quello che ho ritrovato con il recupero dati. sembra che ci sia tutto, ma quando provo ad importare, copiare o aprire file e mail non funziona niente. le mail recuperate sono tutte vuote o con simboli incomprensibili.






spero di aver risposto a tutte le tue domande e dimmi se ti servono altre informazioni

grazie

p.s.
scusate per la grandezza della immagini ma non ho trovato il Linked BBCode su imgur.... era meglio mettere solo il link forse?
« Ultima modifica: 04 Agosto 2019 13:08:43 da gielle67 »

Offline miki64

  • Moderatore
  • Post: 29639
Re:recupero mail dopo cancellazione "accidentale"
« Risposta #3 il: 04 Agosto 2019 15:11:22 »
Sì, era meglio il link.

Mi stupisco sempre nel leggere questi avvenimenti.
Prima di tutto perché nessuno pensa a un sano backup, secondo perché tutti quanti molto tradizionalmente di default conservano il profilo nella cartella radice del proprio hard disk (C:\ , per intenderci) e non in un più comodo hard disk esterno.

Adesso rincaro la dose, ma poi ti aiuto.  ;)

Citazione
Importante: effettuare sempre il backup dei propri dati, prima e dopo l'insorgere del problema
È passato un ventennio dal nuovo millennio, la gente non è più ignorante in informatica, il personal computer e le sue derivazioni (smartphone, tablet, eccetera) sono diffusissimi anzi onnipresenti, le memorie di archiviazione dei dati hanno ormai un costo accettabile per ogni GB copiato, esistono facili e gratuiti programmi di sincronizzazione e di salvataggio dati, esiste la possibilità di salvare i dati non solo in unità esterne indipendenti dalla macchina principale ma persino online sul cloud, quindi un utente che si rivolge a noi deve sempre indicare se è in possesso di questa vitale copia di sicurezza.
Se non lo è, possiamo tentare di risolvere il problema ma non possiamo ignorare che in un certo senso il problema se lo è andato a cercare poiché è palese, quotidianamente, che qualsiasi programma richiede un backup dei suoi dati, che sia un client email, un browser, un elaboratore di testi, un foglio di calcolo, eccetera.

Citazione
da vero ...iota non ho fatto un backup di thunderbird pensando di ritrovare tutto dopo il ripristino. invece era sparito tutto.
Strano che un ripristino cancelli tutto, poiché secondo me dovrebbe almeno conservare tutta la posta e tutte le impostazioni del momento in cui si è creato un punto di ripristino.
Ovviamente un punto di ripristino ti riporta "indietro nel tempo", che io sappia, e quindi più è vecchio il punto di ripristino e più si perdono dati.
Ho scritto "secondo me" perché non ho mai utilizzato sui miei Windows quella funzione.
È passato un ventennio dal nuovo millennio ed ho sempre utilizzato dei programmi di disk imaging, primo su tutti il mitico Clonezilla, molto più efficace di quello che io reputo un "palliativo per C:\".

1. ho controllato subito la cartella windows.old ma anche da lì la cartella thunderbird è sparita :-(
Strana questa cosa, ma la cartella del tuo profilo era in una posizione standard oppure no?

2. non tutti gli account che avevo erano imap. quando ho rifatto gli account che mi interessavano ho trovato qualcosa sui server ma era poca roba. forse quando si spostano i messaggi nelle cartelle locali questi vengono cancellati dai server?
Se l'account è IMAP sì poiché il protocollo IMAP prevede questo: tutto quello che fai in locale si propaga sulla Rete, cioè se sposti un messaggio da un account IMAP ad un altro account POP3 allora il protocollo prevede che quel messaggio sparisca anche in webmail.
Non so se sono stato chiaro, in poche parole devi vedere Thunderbird come una semplice interfaccia che si interpone tra il tuo PC e la tua posta che in realtà nell'IMAP è sul Web.
Per ovviare a questo "problema" (ma non è un problema, lo ripeto) ci sono parecchi escamotage, non ultimi il non sottoscrivere la cartella interessata oppure la creazione di copie automatiche.
Ma francamente tutti questi escamotage per me non hanno senso se si è scelto l'IMAP... sennò che lo si è scelto a fare se le due versioni (online e offline) devono essere differenti?

3. allego un pò di immagini di quello che ho ritrovato con il recupero dati. sembra che ci sia tutto, ma quando provo ad importare, copiare o aprire file e mail non funziona niente. le mail recuperate sono tutte vuote o con simboli incomprensibili.
Aspetta, ma questi dati li hai recuperati con un apposito tool?
Te lo chiedo perché  quando sono presenti simboli incomprensibili la causa è proprio l'estrazione grezza dei dati, dovuta alle (involontarie) sovrascritture e cancellazioni di operazioni successive dopo il "fattaccio", quali ad esempio l'installazione di un programma di recupero dati (ecco perché ho sempre preferito tool portatili, ma comunque manco più quelli li utilizzo poiché ripeto che effettuo frequenti backup di dati e frequenti immagini del disco).

e ho provato a fare un pò di copia/incolla di cartelle e files senza risultato
Forse hai creato ulteriore confusione, poiché le directory di Thunderbird sono strutturate in una maniera logica (si pensi al file dei filtri, che ha sempre lo stesso nome ma che invece è contenuto in ciascun differente account, quindi in caso di importazione del file sbagliato - anche se omonimo - il filtro non funzionerà).

Citazione
esiste qualche altro programma per provare ad aprire quei files (cartelle sbd e mozmsgs, file msf, wdseml, e quelli senza estensione che dovrebbero contenere le mail).
I file sono quelli giusti, ma se al loro interni sono corrotti (cioè incompleti) non ne esci fuori.
Posso solo darti un suggerimento, ma andare a ritroso con 10 anni di posta (senza backup...  :roll: ) è quasi da folli.
- Creare un profilo di test.
- Creare un solo account in questo profilo.
- Importrea in quell'account soltanto i DATI INDISPENSABILI (nelle FAQ trovi quali sono), pochi alla volta e procedere a piccoli passi per il recupero. Per "pochi alla volta" intendo davvero delle importazioni di dati parziali e non massicce.
- Quando si completa un account, passare al successivo.
Ripeto, è un procedimento molto  alienante ma in questi casi non si può pretendere di trasferire tanti MB (molti dei quali sicuramente corrotti, a questo punto) tutti d'un colpo senza errori, occorre procedere per gradi per ciascun account.

Mi rendo conto alla fine fine di non averti dato chissà quale aiuto, ma la situazione di partenza è davvero disastrosa.  :(

Offline gielle67

  • Post: 6
Re:recupero mail dopo cancellazione "accidentale"
« Risposta #4 il: 04 Agosto 2019 17:05:58 »
grazie miki64 della veloce risposta e il cazziatone me lo merito tutto....

la cartella TB è sempre stata nella posizione di default in windows però in windows.old non c'è più. ho dimenticato di dire che prima del ripristino di win10 (installazione da zero con mantenimento dei dati) non ho creato punti di ripristino e inoltre, per peggiorare le cose, dopo il ripristino di win10 pulito ho fatto un pesante aggiornamento, cosa che temo abbia potuto sovrascrivere parecchi dati... :-( in conclusione non esistono punti di ripristino precedenti al fattaccio...
la cartella TB vecchia l'ho recuperata con RECOVERIT PROFESSIONAL.
la cosa che mi premerebbe di più sarebbe il recupero delle cartelle locali, che ci sono tutte ma probabilmente rovinate... dagli account io prendevo tutte le mail e le archiviavo nelle cartelle locali, operazione che le toglieva dai server, come mi hai confermato tu (infatti nei server ci sono pochissime mail).
cosa posso provare a fare per riuscire ad aprire e leggere le mail nelle cartelle locali? possibile che tutti i file .wdseml siano corrotti? e c'è modo di aprire le mail contenute nei file senza estensione? che differenza c'è tra file .wdseml e quelli senza estensione? anche provando a trasformare i .wdseml in .eml non cambia niente...

posso solo darti un suggerimento, ma andare a ritroso con 10 anni di posta (senza backup...  :roll: ) è quasi da folli.
- Creare un profilo di test.
- Creare un solo account in questo profilo.
- Importrea in quell'account soltanto i DATI INDISPENSABILI (nelle FAQ trovi quali sono), pochi alla volta e procedere a piccoli passi per il recupero. Per "pochi alla volta" intendo davvero delle importazioni di dati parziali e non massicce.
- Quando si completa un account, passare al successivo.
Ripeto, è un procedimento molto  alienante ma in questi casi non si può pretendere di trasferire tanti MB (molti dei quali sicuramente corrotti, a questo punto) tutti d'un colpo senza errori, occorre procedere per gradi per ciascun account.

scusa ma ho capito poco di questo tuo suggerimento e non ho nemmeno trovato nelle FAQ i dati indispensabili (per importare intendi fare un copia/incolla)?
e visto che mi interessano solo le mail contenute nelle cartelle locali non riesco a capire cosa dovrei fare... le cartelle locali sono indipendenti dagli account?

grazie ancora del tuo aiuto e scusa la mia ignoranza

gio

Offline miki64

  • Moderatore
  • Post: 29639
Re:recupero mail dopo cancellazione "accidentale"
« Risposta #5 il: 05 Agosto 2019 08:34:03 »
grazie miki64 della veloce risposta e il cazziatone me lo merito tutto....
....non ho creato punti di ripristino .... dopo il ripristino di win10 pulito ho fatto un pesante aggiornamento...
Caro mio quasi-coetaneo, con tali premesse il recupero delle cartelle locali mi sembra sempre di più una chimera, anche perché...

la cartella TB vecchia l'ho recuperata con RECOVERIT PROFESSIONAL.
...anche perché se quel programma si installa in C:\, probabilmente può a sua volta aver sovrascritto dati conservati nell'hard disk e quindi aggiunto danni al danno...  :sbat:

la cosa che mi premerebbe di più sarebbe il recupero delle cartelle locali, che ci sono tutte ma probabilmente rovinate...
A questo punto, ripeto, sono scettico e pure parecchio.
Spero in un miracolo per te, ma....  :(

cosa posso provare a fare per riuscire ad aprire e leggere le mail nelle cartelle locali? possibile che tutti i file .wdseml siano corrotti? e c'è modo di aprire le mail contenute nei file senza estensione? che differenza c'è tra file .wdseml e quelli senza estensione? anche provando a trasformare i .wdseml in .eml non cambia niente...
Per favore, se fai una  :cerca: avrai tutte le risposte, molto più competenti e dettagliate delle mie.

scusa ma ho capito poco di questo tuo suggerimento
Nelle cartelle locali tenevi la posta di un solo account o di molteplici account? Quanti, più o meno?

e non ho nemmeno trovato nelle FAQ i dati indispensabili (per importare intendi fare un copia/incolla)?
Sì, intendo proprio un copia e incolla.
Ecco i dati indispensabili (benedetta  :cerca:...)

Citazione
RECUPERARE DATI PERSONALI DA UN ALTRO PROFILO DI THUNDERBIRD

* CARTELLE

- chrome: contiene i file userChrome.css (usato per cambiare l'aspetto dell’interfaccia) e userContent.css (usato per cambiare l'aspetto dei messaggi).

- extensions: contiene le estensioni e i temi installati.

- Mail o ImapMail:  contengono i messaggi di posta.
Ognuno degli account di posta/gruppi di discussione avrà la propria sottocartella all'interno della cartella Mail (o ImapMail, nel caso di account Imap) nella cartella del profilo, in cui saranno memorizzati i messaggi ricevuti da quell'account.
Tutta la posta degli account gestiti mediante la Global Inbox sarà contenuta nella sottocartella Local Folders.
La cartella Mail conterrà tante cartelle quanti sono gli account configurati, in aggiunta a quella relativa all'account Cartelle Locali. Le cartelle hanno il nome dell'indirizzo del server pop dell'account (ad esempio pop.provider.it) Se vi sono più account configurati con lo stesso server verrà aggiunto al nome un numero progressivo per differenziare le cartelle (ad esempio pop.provider-1.it sarà il secondo account impostato con quel server).
All'interno di ciascun account, ad ogni cartella di posta corrisponde un file senza estensione che contiene i messaggi e un file con lo stesso nome e con estensione msf contenente l'indice:
Inbox (relativo alla cartella Posta in Arrivo)
Drafts (relativo alla cartella Bozze)
Templates (relativo alla cartella Modelli)
Trash (relativo alla cartella Cestino)
Unsent (relativo alla cartella Posta in uscita)
Sent (relativo alla cartella Posta Inviata)
Per le cartelle create dall'utente, il nome del file è uguale al nome delle cartelle stesse.

- News: contiene le impostazioni e i messaggi dei Newsgroup.

______________________________________________________________


* FILE

- *.mab (tutti i file con estensione .mab): contengono le rubriche.
Da notare che abook.mab è il file della rubrica Rubrica personale, history.mab è il file della rubrica Indirizzi collezionati e impab.mab  è il file della rubrica Indirizzi importati.
Se si crea una nuova rubrica Thunderbird genera istantaneamente un nuovo file (non è possibile stabilirne il nome a priori) con estensione *.mab.
Le informazioni sull'esistenza di rubriche personali diverse da quelle di default ("Rubrica personale" e "Indirizzi collezionati"), sono salvate sul file prefs.js e sono tutte le stringhe che iniziano con:
user_pref("ldap_2.servers.

- cert8.db (cert9.db da TB 60): contiene l'archivio dei certificati digitali.

- extensions.ini, extensions.rdf, extensions.cache: questi tre file contengono le informazioni di installazione delle estensioni.
Possono essere cancellati per risolvere eventuali problemi legati alle estensioni. Verranno ricreati automaticamente all'avvio successivo di Thunderbird.

- key3.db + signons.txt (fino a TB 2.0.0.9) oppure key3.db + signons.sqlite: in questi file sono memorizzate le password degli account.

- localstore.rdf: in questo file vengono memorizzate tutte le eventuali personalizzazioni che si fanno alle barre degli strumenti e alla dimensione delle finestre. Dalla versione  34 (di Firefox), il file è stato sostituito da xulstore.json.   

- mimeTypes.rdf: contiene l'elenco dei tipi file e le azioni ad essi associate.

- msgFilterRules.dat: contiene le definizioni dei filtri dei messaggi per ciascun account di posta.
Ogni account avrà il proprio file msgFilterRules.dat, nella relativa sottocartella.

- parent.lock (o lock, o .parentlock): questo file segnala a Thunderbird che un dato profilo è utilizzato, in modo che l'applicazione non provi ad utilizzarlo una seconda volta; viene cancellato alla chiusura dell'applicazione.
Se quindi, all'avvio di Thunderbird, il programma avverte che il profilo è già in uso, verificare se questo file è presente nella propria cartella del profilo. Se è presente, significa che l'applicazione non lo ha cancellato in fase di chiusura, e la sua esistenza impedisce l'accesso al profilo. Eliminandolo, il problema dovrebbe  risolversi.

- persdict.dat: in questo file vengono memorizzate tutte le parole aggiunte dall’utente al dizionario in fase di controllo ortografico dei messaggi. Si tratta di un file di testo semplice con una struttura semplicissima: un lemma per ogni riga. Nota 1.

- popstate.dat: per tutti gli account di posta POP3 per i quali è stato selezionata l'opzione “Lascia i messaggi sul server”, questo file tiene traccia dei messaggi email scaricati.
Ognuno di tali account, nella relativa sottocartella, avrà il proprio file popstate.dat.
Poiché è il file che memorizza i riferimenti alle e-mail già scaricate, la sua cancellazione provocherà lo scaricamento di tutti i messaggi presenti sul server di posta.

- prefs.js: contiene le impostazioni personali del programma, degli account configurati e delle eventuali estensioni installate (vedi FAQ: Configurazione avanzata: prefs.js e user.js).

- profiles.ini: si trova all'esterno della cartella Profiles e contiene le informazioni su quanti siano i profili disponibili, la loro posizione sul disco fisso (relativa o assoluta), e quale sia il profilo di default.
Può essere opportuno salvare anche il file profiles.ini, poiché in questo file sono indicati i nomi dei profili e la loro posizione.
Per ripristinare il profilo appena salvato (magari perché un evento come un black-out o un crash di sistema l'ha reso inservibile), è sufficiente cancellare la cartella del profilo corrente e sostituirla con quella salvata.
Se però si vuole eseguire il ripristino su un computer diverso da quello su cui si è effettuato il salvataggio (si vuole cioè spostare il profilo da un computer ad un altro) oppure si sta ripristinando un profilo già salvato su un sistema di appena installato, insieme alla cartella del profilo dobbiamo copiare anche il file profiles.ini.
Dal momento che in alcuni dei file del profilo di Thunderbird sono contenuti riferimenti assoluti alle cartelle del sistema, è consigliabile in questo caso che il nome dell'utente che abbia eseguito l'accesso al sistema sia identico su entrambi i computer.

- training.dat: contiene i dati di apprendimento del filtro bayesiano per l'individuazione dei messaggi di posta indesiderata.
Può essere letto con questo tool: http://bayesjunktool.mozdev.org/

- user.js: contiene le preferenze impostate dall'utente (vedi FAQ: Configurazione avanzata: prefs.js e user.js).

- xul.mfl (su Windows) o xul.mfasl (su Linux) o XUL FastLoad File (su MacOS): è una cache per i file utilizzati dall'interfaccia utente (XUL, JavaScript ed altri). Viene utilizzato per memorizzare la rappresentazione interna dei dati per evitare di analizzarli ad ogni avvio.
Talvolta, il file può danneggiarsi ed essere causa di rallentamenti del programma: in tali situazioni, è preferibile cancellarlo (Thunderbird lo ricreerà al successivo riavvio).
Nota: su Windows, tale file si trova in “%USERPROFILE%\Impostazioni locali\Dati applicazioni\Thunderbird\Profiles\<nome_profilo>”


Nota 1:
Aggiungere e togliere vocaboli dal dizionario di Thunderbird
Il dizionario in linea di Thunderbird, grazie al suo controllo ortografico dei vocaboli in linea, sta rendendo il web un po' più leggibile dal punto di vista linguistico eliminando certi errori ortografici davvero grossolani. Come tutti i dizionari però necessita di un costate lavoro di ampliamento in quanto la nostra lingua, soprattutto nella sua eccezione più colloquiale, è in continua evoluzione e soprattutto oggigiorno e nel web risente degli influssi  di altre lingue che la fanno sempre più da padrone, purtroppo.

Proprio per questi motivi a volte si sente la necessità di aggiungere nuovi vocaboli al proprio dizionario, in modo da non vederseli più segnare immancabilmente in rosso quando si sta scrivendo: ma questa è la cosa più facile. Leggermente più complicato è togliere una parola dal dizionario di Thunderbird che può risultare allo stesso modo utile, se non altro per togliere quello che di errato avete aggiunto ma non solo. Vediamo come effettuare queste due operazioni.

Aggiungere un vocabolo al dizionario
È un’operazione tutto sommato molto semplice. Quando volete aggiungere un vocabolo che non è presente - e che quindi vi viene evidenziato in rosso non appena lo scrivete - andateci sopra e facendo clic  con il tasto destro (Ctrl+clic per gli utenti Mac col monotasto) e quindi scegliete Aggiungi al dizionario.

Togliere un vocabolo dal dizionario
Avete aggiunto per errore un vocabolo? Ne volete togliere uno che viene utilizzato in uno “slang” che proprio non vi appartiene?
Bene la cosa è leggermente più complicata ma seguitemi e dovremmo riuscirci con poco sforzo.
1.Se utenti Windows andate nella finestra di dialogo Esegui (scorciatoia: tasto Windows + R), incollate %APPDATA%\Mozilla\Thunderbird\Profiles quindi Invio. Se utenti Mac andate nella cartella ~/Library/Application Support/Thunderbird/Profiles
2.Cercate la cartella associata al vostro profilo che dovrebbe essere qualcosa del tipo xxxxxxxx.default
3.Nella cartella troverete un file che si chiama persdict.dat
4.Apritelo col vostro editor di testo preferito, cercate il vocabolo da eliminare e cancellatelo
Potete anche aggiungere una serie di vocaboli non presenti nel dizionario in un colpo solo,  aggiungendoli come descritto sopra al file persdict.dat.


Pertanto i file indispensabili sono:
- Mail o ImapMail:  cartella;
- *.mab (tutti i file con estensione .mab): file;
- key3.db + signons.txt (fino a TB 2.0.0.9) oppure key3.db + signons.sqlite: file (se ne può fare a meno se si ricordano le password);
- msgFilterRules.dat: file;
- persdict.dat: file;
- training.dat: file;
- profiles.ini: file (utilizzare tassativamente SOLO se non è corrotto).

Come vedi, personalmente non ti consiglio il recupero del file che si occupa di come sono erano strutturate le Cartelle locali, ma qualunque tentativo è reversibile (nel senso che il file corrotto poi lo si cancella e amen).

e visto che mi interessano solo le mail contenute nelle cartelle locali non riesco a capire cosa dovrei fare... le cartelle locali sono indipendenti dagli account?
Le cartelle locali sono contenute nella prima cartella che ti ho suggerito di importare.
Che cosa intendi per "indipendenti"?
Gli account sono contenuti da una parte (vedi i file indispensabili), la loro posta nell'altra ma ovviamente se manca uno di essi il tutto non funziona, quindi sono interdipendenti (spero di essere stato chiaro).

grazie ancora del tuo aiuto e scusa la mia ignoranza
Prego.
Ma io scuso l'ignoranza mozilliana, non quella della sicurezza dei propri dati: approfitta di questa bruttissima esperienza per dotarti di un gruppo di continuità, per installare un programma di recupero dati PRIMA del fattaccio, per spostare il profilo in una posizione non standard (vedi FAQ), possibilmente su un'unità esterna, per effettuare regolari backup del proprio profilo, per comprare un programma di disk imaging o per donare qualche euro a Clonezilla per il suo inarrestabile programma (mica tanto, forse una volta... adesso con UEFI/Secure Boot io personalmente sui PC con Windows 10 a volte impazzisco...), insomma per cambiare il tuo approccio con la salvaguardia dei tuoi dati personali. E non parlo solo di posta, ma anche di foto, video, documenti vari.
« Ultima modifica: 16 Ottobre 2019 16:38:45 da miki64 »

Offline Winfox

  • Post: 2758
Re:recupero mail dopo cancellazione "accidentale"
« Risposta #6 il: 05 Agosto 2019 18:03:03 »
Come hai potuto capire la posta si trova in un file inbox senza estensione e tu, in quella di Libero ad esempio, hai 4,5MB di file. Quindi qualcosa dovresti riuscire a recuperare, ma da qui in poi mi taccio visto che non uso imap.

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.